Questa settimana è stata una settimana davvero importante per l’Albero dei Linguaggi!

Insieme alle colleghe del centro “Voce Linguaggio Comunicazione”, sono infatti riuscita ad organizzare un incontro interessantissimo con la collega statunitense Melanie Potock, MA, CCC-SPL, sulla Feeding Therapy.

foto 3

Melanie ci ha appassionate con le sue parole, i suoi consigli e la sua esperienza nel campo della Feeding Therapy, illustrandoci gli aspetti motori, sensoriali e comportamentali alla base del conformismo alimentare.

Ma che cos’è il conformismo alimentare e come possiamo riconoscere un bambino conformista?

In poche parole, un bambino conformista è un bambino altamente selettivo a livello alimentare. Le motivazioni alla base del conformismo possono essere diverse (scarsa esperienza alimentare a causa di patologie gastrointestinali, frequenti e prolungati periodi in cui si manifesta reflusso gastroesofageo, scarsa sperimentazione dei cibi durante lo svezzamento, disprassia..). Quello che noi possiamo vedere sono comportamenti di rifiuto nei confronti di nuovi cibi e la preferenza solo per alcuni di essi, che saranno quelli che poi il bambino mangerà (talvolta si parla di 10 o meno alimenti diversi).

Le preferenze non riguardano solo i gusti!

Ci sono bambini che non mangiano cibi a diverse consistenze, preferendo cibi semisolidi o morbidi..

Cos’è la Feeding Therapy?

La feeding therapy è una terapia logopedica, che si occupa del recupero delle funzioni e degli stadi di sviluppo orali che sono stati saltati nello sviluppo del bambino per arrivare al livello di competenze orali, in senso alimentare, più mature possibili rispetto alle possibilità del bambino stesso.

Durante il percorso terapeutico non solo si punta al recupero delle funzioni orali, ma si lavora sulla desensibilizzazione del bambino dei confronti dei diversi cibi, si introducono nella dieta del bambino nuovi alimenti, si ristabilisce un rapporto positivo con il cibo e con il momento dei pasti. Il tutto “ingaggiando” anche i genitori nella terapia quotidiana.

Dove posso trovare qualche informazione in più?

Sul sito di Melanie, si possono trovare diversi articoli che approfondiscono l’argomento. Di seguito il  link al suo colorato sito:

http://www.mymunchbug.com/feeding-therapy/

Speriamo di poterla avere presto ancora in Italia, magari con la possibilità di organizzare un vero e proprio corso di formazione con lei!

 

Intanto vi consiglio di sorridere un po’ con il video stupendo della canzone “I love peas” dal suo CD “Dancing in the Kitchen” : https://www.youtube.com/watch?v=ZJUDLRFwaUQ

 

foto 1