MUSICOTERAPIA

“Magari nessuno troverà mai il messaggio. O magari esso non verrà mai decifrato. Magari non capiranno mai le nostre parole, però comprenderanno le nostre emozioni attraverso la nostra musica. Non lo sappiamo.. comunque l’importante è averci provato.”

Cos’è la Musicoterapia?

Secondo la più recente definizione della World Federation of Music Therapy, la Musicoterapia è “l’uso professionale della musica e dei suoi elementi come intervento in ambienti medici, educativi e comuni con individui, gruppi, famiglie o comunità che cercano di ottimizzare la loro qualità di vita e migliorare la salute e il benessere fisico, sociale, comunicativo, emotivo, intellettuale e spirituale. Ricerca, pratica, educazione e formazione clinica in musicoterapia sono basati su standard professionali” WMTF, 2011 (http://www.musictherapyworld.net/WFMT/About_WFMT.html).

Come opero e con chi

A livello musicoterapico lavoro sia a livello individuale che di gruppo, collaborando anche con scuole, e istituti. Nel mio studio lavoro con bambini dai 6 mesi in poi, sulla relazione, sui prerequisiti del linguaggio, sull’interazione e sulla musica come strumento di comunicazione di stimolazione cognitiva, creativa e sociale.

Per quanto riguarda gli interventi individuali si richiede ai genitori un colloquio iniziale nel quale vengono raccolte le informazioni sul bambino, le aspettative dei genitori e vengono evidenziati gli obbiettivi del progetto terapeutico.

Gli interventi di gruppo hanno solitamente dei macro-obbiettivi comuni e dei micro obbiettivi specifici per ogni partecipante.

Nel lavoro con i bambini più piccoli è prevista la presenza del genitore all’interno della sessione di terapia.

Credo che la musica abbia in se tutte le caratteristiche che la assimilano al linguaggio e la rendono uno strumento comunicativo ideale, indipendentemente dalla condizione fisica, intellettiva, affettiva e sociale di chi la pratica. La musica dovrebbe essere per questo accessibile a tutti, ma soprattutto ai bambini e agli adolescenti.